CENTRO DI FORMAZIONE

CHE COS’È IL FOREX

INTRODUZIONE AI MERCATI DI CAMBIO ESTERO

Sebbene il mercato di cambio estero sia il mercato con i maggiori scambi nel mondo, la sua portata nel settore al dettaglio è minima rispetto ai mercati dei titoli e dei redditi fissi. Questo è in gran parte dovuto a una generale mancanza di consapevolezza del FX nella comunità degli investitori, oltre a una mancanza di comprensione dei motivi e delle modalità di movimento delle valute. Al mistero di questo mercato si aggiunge la mancanza di una borsa centrale fisica come la borsa di New York o la borsa merci di Chicago. È proprio questa mancanza di struttura che consente ai mercati FX di operare 24 ore su 24, con l’inizio della giornata di borsa in Nuova Zelanda e la continuazione in tutti i fusi orari.

Tradizionalmente l’accesso al mercato FX era limitato alla comunità bancaria, che scambiava grandi blocchi di valute per fini commerciali, speculativi o di copertura. La creazione di società come USG ha aperto le porte al trading Forex ad istituti quali i gestori di fondi e denaro, nonché ai trader al dettaglio individuali. Questo settore del mercato è cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni.

CHE COS’È IL TRADING FX?

In una transazione FX, una valuta viene venduta in cambio di un’altra. Il tasso esprime il valore relativo fra le due valute. Le valute sono in genere identificate da un codice ‘Swift’ a tre cifre. Ad esempio, EUR = Euro, USD = dollaro americano, CHF = franco svizzero e così via. Qui si trova un elenco completo di codici. Un tasso EUR/USD di 1,5000 indica che EUR 1 vale USD 1,5.

Talvolta, EUR/USD è definito una coppia di valute. Il tasso può essere invertito. Pertanto un tasso EUR/USD di 1,5000 è identico a un tasso USD/EUR di 0,6666. In altre parole, USD 1 vale EUR 0,6666. La convenzione di mercato è che la maggior parte delle valute tende ad essere quotata nei confronti del dollaro, ma vi sono notevoli eccezioni, come ad esempio l’EUR/USD già citato, il GBP/USD (sterlina britannica) e l’AUD/USD (dollaro australiano). Non è così complicato come potrebbe sembrare.

SIMBOLI DI VALUTA ESTERA

Le valute, come i titoli, dispongono di simboli propri per essere distinte fra loro. Poiché le valute sono quotate in termini di valore di una valuta rispetto al valore di un’altra valuta, una coppia di valute include il ‘nome’ per entrambe le valute, separato da una barra in avanti (‘/’). Il ‘nome’ è un acronimo di tre lettere. Le prime due lettere, nella maggior parte dei casi, sono riservate per l’identificazione del paese. L’ultima lettera è l’iniziale dell’unità di valuta di quel paese.

Ad esempio:
USD = Dollaro statunitense
GBP = Sterlina britannica
JPY = Yen giapponese
CAD = Dollaro canadese
CHF = Franco della Confederazione elvetica (Franco svizzero)
NZD = Dollaro neozelandese
AUD = Dollaro australiano
NOK = Corona norvegese
SEK = Corona svedese
Poiché l’Euro europeo non ha alcun paese specifico associato ad esso, assume semplicemente l’acronimo di EUR. Combinando una valuta (EUR) con un’altra (USD), si crea una coppia di valute: EUR/USD.

VALUTA DI BASE E CONTROVALUTA

Una valuta in una coppia di valute è sempre dominante. Questa viene definita valuta di base. La valuta di base viene identificata come la prima valuta in una coppia di valute. Si tratta inoltre della valuta che rimane costante quando si determina il prezzo di una coppia di valute.

L’Euro è la valuta di base dominante rispetto a tutte le altre valute mondiali. Di conseguenza, le coppie di valute nei confronti dell’EUR saranno identificate come EUR/USD, EUR/GBP, EUR/CHF, EUR/JPY, EUR/CAD, ecc. Tutte hanno l’acronimo EUR per primo nella sequenza.

Nella gerarchia del dominio dei nomi delle valute la sterlina britannica è la successiva. Pertanto le principali coppie di valute nei confronti della GBP sono identificate come GBP/USD, GBP/CHF, GBP/JPY, GBP/CAD e così via. Con l’eccezione dell’EUR/GBP, ci si può aspettare di vedere GBP come prima valuta in una coppia di valute.

L’USD è la successiva valuta di base più dominante. USD/CAD, USD/JPY, USD/CHF sono la convenzione di coppie di valute normali per le principali valute. Poiché l’EUR e la GBP sono più dominanti in termini di valute di base, il dollaro è quotato come EUR/USD e GBP/USD. Conoscere la valuta di base è importante poiché determina il valore delle valute (nozionali o reali) scambiate quando viene effettuata una transazione di cambio estero. La controvaluta è la seconda valuta in una coppia di valute.

PARTECIPANTI AL MERCATO FX

Vi sono molti tipi differenti di partecipanti al mercato FX e spesso questi cercano esiti molto differenti nelle loro negoziazioni. Per questo motivo spesso il FX è descritto come un gioco a “somma zero”: ciò che viene guadagnato da un investitore in teoria è pari a ciò che è stato perduto da un altro; vi sono numerose opportunità di guadagnare denaro. FX può essere considerato come una torta da cui tutti possono trarre un pasto decente.

Tradizionalmente le banche sono state i partecipanti principali nel mercato FX. Rimangono tutt’oggi gli attori principali in termini di quote di mercato, ma la trasparenza ha reso il mercato FX molto più democratico. Ora praticamente chiunque ha accesso agli stessi prezzi estremamente ristretti che vengono quotati nel mercato interbancario. Pertanto le banche rimangono gli attori principali nel mercato FX ma nel corso dell’ultimo decennio è emersa una nuova razza di market maker, come gli hedge fund e i consulenti di trading di commodity.

Anche le banche centrali giocano un ruolo importante nel mercato FX, mentre le aziende multinazionali hanno un naturale interesse nel trading a causa della loro esposizione al rischio FX.

Il FX al dettaglio ha visto una rapida espansione nell’ultimo decennio e, sebbene sia difficile ottenere cifre precise, si ritiene che questo settore rappresenti fino al 20% del mercato FX.

Chi siamo
Piattaforme
Tipi di conto
Notizie e analisi di mercato
Centro di formazione
Partner e affiliati